Passa ai contenuti principali

Palla di Stoffa con Sonaglio - Tutorial











Palla di Stoffa con Sonaglio 





materiali:

- felpa (vari colori)
- imbottitura sintetica
- un piccolo ovetto di plastica morbida (del tipo di quelli che contengono le sorpresine all’interno delle uova di cioccolata)
- piccole biglie, o pietre, o piombini, da inserire all’interno dell’ovetto di plastica
- scotch da imballaggio per sigillare bene l’ovetto che costituirà il sonaglio



esecuzione:

Preparare il sonaglio da inserire al centro della palla.
Personalmente utilizzo i piombini: ne metto circa 5 all’interno.
Applicate lo scotch lungo la linea di chiusura dell’ovetto, in modo che i lavaggi in lavatrice della palla di stoffa non compromettano il funzionamento del sonaglio… facendo entrare dell’acqua!

Fotocopiare il modello dell’ellisse.
Potete riportarlo su cartoncino: è più comodo poi da appoggiare sulle stoffe
pesanti come la felpa, la ciniglia, ecc. …per disegnarne il motivo.
Ritagliate: servono n. 6 forme ellittiche di stoffa.

Cucire fra loro le 6 forme.
Per rendere la palla più resistente potete cucire doppio strato di stoffa, in tal caso servono
12 ellissi che cucirete accoppiandole.
Non cucite fino alle punte, ma lasciate il margine che avrete scelto (circa 0, 70) anche qui.





Cucite bene il tutto ripassando due volte e lasciando un lato aperto: otterrete una specie di sacchetto.

Preparare la palla di ovatta sintetica.
Avvolgete strettamente il sonaglio con falde di imbottitura, cercando di ottenere una bella forma sferica.

Tenendo ben salda la sfera di ovatta, rivoltare il sacchetto di stoffa e calzarlo sulla palla.
Verificate che la sfera sia della misura giusta per ottenere una palla abbastanza solida e compatta.
Se il sacchetto risultasse un po’ largo uscire la sfera e aggiungere altri strati di imbottitura.
Se invece il sacchetto sembrerà non permettere la chiusura avvicinando le due parti in stoffa allora togliete un po’ di imbottitura.
Curate sempre la forma della sfera.

1



2


Chiudere il sacchetto.
Cucite a mano con filo doppio, iniziando da uno dei due poli in cui si concentrano tutte le punte delle ellissi. Prevedete lo stesso margine che avete usato per le cuciture a macchina.

Quindi, cucite a mano, iniziando ad inserire l’ago sull’ultima forma di destra, in questo caso quella di colore rosso (tenendo la parte con l’imbottitura verso l’alto, come vedete nella 2° foto).


3



4



5


6



7



8

Come dalle foto: inserite l’ago sulla felpa rossa a distanza tot dal margine,  portatelo nuovamente fuori dal rosso, ma vicinissimo alla cucitura a macchina che unisce il rosso con l’arancione.
Entrate sulla felpa arancione, vicinissimo alla cucitura tra rosso e arancione.
Uscite dall’arancione proprio vicinissimo alla cucitura tra arancione e giallo.
E così via…. Sono sempre punti vicinissimi tra loro. Questo procedimento vi permetterà di
nascondere bene i punti.
Appena completato il giro, fino alla felpa di colore viola, inserite le punte all’interno con l’aiuto di un bastoncino e stringete tirando il filo con cautela per non romperlo (aiutandovi spingendo l’imbottitura per dare la possibilità alla cucitura di stringersi senza forzature).
Ripetete il giro per ottenere una cucitura resistente.
Alla fine fate dei nodi e nascondeteli attraverso la parte ancora aperta.
Non tagliate il filo, se è possibile e continuate a cucire, procedendo lungo la parte longitudinale, fino all’altro polo della palla.
Cucite sempre a punto nascosto: un punto sulla stoffa rossa e uno sulla stoffa viola, e così via. Ma non stringete la cucitura, lasciate che si formi una griglia col il filo e soltanto dopo qualche centimetro cominciate a tirare pian piano il filo, facendo sempre in modo di assecondarlo spingendo anche  l’imbottitura per non rompersi.
Procedere sino all’altro polo. Cucire anche le punte di quest’ultimo e ripassare per la seconda volta sulla parte longitudinale.
Nascondete sempre i nodi nell’imbottitura e, prima di tagliare il filo, fate uscire l’ago lontano dal nodo.


9


10






Se l’avete imbottita bene riuscirà persino a rimbalzare un po’!!!

 :)
Loryan – settembre 2010










Commenti

  1. Grazie Loryan. Spiegato in modo superbo e molto molto utile!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Wow, molto bello, adoro le cose colorate! Posso linkarti su "a-tutto-zigzago"???
    Ti auguro un buon fine settimana, Renata.

    RispondiElimina
  3. Ciao Mem,
    sono molto contenta che ti sia utile!
    grazie a te per la visita.
    a presto...

    RispondiElimina
  4. Renata, puoi linkarmi sul tuo bel sito: ne sono onorata.
    grazie!...
    Felice Week end anche a te.

    RispondiElimina
  5. Bellissimo tutorial, lo trovo utile soprattutto nella parte in cui spieghi come imbottire e come chiudere un lavoro del genere!!
    Grazie per la condivisione!

    RispondiElimina
  6. ciao loryan, arrivo qui incuriosita dal link di zigzago e sono rimasta ammirata per le cosine che sto vedendo, mi sono iscritta fra i seguaci per tenerti d'occhio ^_*, passerò ancora.... baci creativi Cinzia

    RispondiElimina
  7. grazie, Maria Teresa!
    il mio intento era infatti quello di spiegare nel miglior modo possibile la tecnica di cucitura, non soltanto perché in questo caso è molto importante per la riuscita di un manufatto che sia sicuro per i bambini. Ma anche perché penso che spesso una principiante del cucito riesca, sì, a trovare facilmente progetti e idee, ma allegati ad essi poche informazioni sulle tecniche di base necessarie alla realizzazione dell'oggetto.
    Questo fa sì che a volte vengano scoraggiate dall'apparente difficoltà.
    E se è pur vero che non si possono affrontare sistematicamente e puntualmente questi argomenti in ogni tutorial, credo anche che sia preferibile comunque tenerne conto e qualora sia possibile agevolare anche le meno esperte.

    RispondiElimina
  8. ciao Cinzia, benvenuta!
    grazie per il tuo apprezzamento, sono contenta di averti fra i miei sostenitori!
    tienimi pure d'occhio... e torna a trovarmi: ho in serbo delle sorprese ;)
    ricambio i baci creativi... che fanno sempre molto piacere.
    grazie ancora!
    ciao

    RispondiElimina
  9. Wow grazie per il tutorial!!!

    RispondiElimina
  10. Di nulla!... mille grazie a te per essere qui!
    Ciao.

    RispondiElimina
  11. Il tutorial è veramente chiaro... grazie..!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Valeria, grazie a te per il commento!
    a presto...

    RispondiElimina
  13. va bene che io son un po' distratta .... ma dirmelo che hai un blog ????? ahahahahah miseria stasera ti devo inserire così non ti perdo per strada ahahahahah Baciiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  14. Sabry!!... sapevo che eri occupata in questo periodo, e pensavo che prima o poi saresti passata a trovarmi ed eccoti qui :)
    nel caso mi avessi persa sarei venuta a prenderti io....ahahhahahahahh!!!
    sono contenta di averti sentito,
    tanti baci a te!

    RispondiElimina
  15. Ciao ma che bella questa idea, può tornarmi utile con le mie bimbe!Questo post me lo segno!

    RispondiElimina
  16. Ciao Mammachegiochi, grazie per la visita.
    Sono contenta che questo tutorial ti sia utile!

    Sai...l'altro giorno pensavo di fare alcune palline più piccole di queste e imbottirle più morbidamente: a volte è un problema quando bimbi molto vivaci giocano a tirarsele in casa!
    Per la verità pensavo di aggiungerle al corredo dell'asilo...sapessi che combinano più di venti bambini tra i 5 e i 6 anni!!!
    Allora, mi sono detta: basterà rimpicciolire il modello! :)

    Grazie ancora... e a presto.

    RispondiElimina
  17. Ciao! Sono capitata qui cercando proprio una palla-sonaglio da fare a mano... questo tutorial mi ha colpito, è spiegato davvero bene quindi... mi metto all'opera... volevo avvisarti che metterò il link di questo tutorial sul mio blog appena finisco il capolavoro (speriamo venga bene come il tuo ma dubito)... e da oggi avrai una lettrice in più... complimenti ancora, sei bravissima!
    Barbara
    www.barbaraesse.altervista.org

    RispondiElimina
  18. Ciao Barbara, benvenuta!
    Ti ringrazio per i complimenti e sono felice di essere ospitata nel tuo blog!
    Grazie anche per esserti aggiunta ai miei lettori.

    Allora, a presto...

    RispondiElimina
  19. grazie dell'aiutooooo
    ho provato a fare la palla di stoffa ed è venuta benissimo!

    stefania

    RispondiElimina
  20. Ne sono felice, Stefania!
    Grazie per il commento che hai lasciato.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Coniglietto di Panno - Tutorial

Coniglietto di panno Tutorial
Loryan Corona
Manuale di Cucito Creativo  Aprile 2009 – Nuova Edizione 2011


Clicca qui sotto, per guardare o scaricare il tutorial in PDF!
Coniglietto di Panno by LoryanCorona on Scribd

Un coniglietto di stoffa facile da realizzare con questo tutorial gratuito da scaricare e stampare.


Tempo di realizzazione: massimo 1ora e trenta minuti

Adatto a bambini dai tre anni in su.

Questo coniglietto può essere facilmente realizzato in pannolenci di buona qualità, oppure in feltro non troppo spesso, o in pile e stoffe simili, non rigide e leggermente elastiche.

Materiale occorrente:

- Stoffa di panno o similare, nel colore preferito: bianco, marrone, grigio, etc.

- Stoffa di panno (o similare) nel colore rosa-carne per le orecchie.

- Filo in tinta con il panno

- Un pezzo di imbottitura ecologica per imbottire il coniglietto.

- Una “ciocca” di pura lana a fibre intere, per la coda.

- Un paio di “perline” colore rosso-arancio per gli occhi.

- Modello del coniglietto di…

Manuale Tessuti (Conoscere le fibre e i trattamenti)

Ecco un pratico manuale, utile per conoscere le caratteristiche dei diversi tessuti.
Con una descrizione dei simboli, presenti sulle etichette, che riguardano i trattamenti dei capi tessili, sia d'abbigliamento che d'arredamento.
È presente anche una tabella dove sono elencate le abbreviazioni dei nomi dei tessuti.

Potete scaricarlo, cliccando su "Scribd" (sulla barra inferiore del documento, a sinistra), ed anche stamparlo se preferite.
Manuale Tessuti


http://it.wikipedia.org/wiki/Tessuto