5 dicembre 2010

Bazar di Natale alla Scuola Waldorf

La settimana scorsa si è svolto il Bazar di Natale della Scuola Waldorf di Palermo.

Ho scattato pochissime foto e purtroppo solo nella sala dove io avevo la mia postazione con qualche trapunta e altri lavori patch... non potendo andare a zonzo :)

si, anche perchè è venuta tanta gente (orario continuato dalle 10 alle 19) e chi poteva illustrare un pò di tecniche patchwork?... :)










































































7 commenti:

  1. Una dolce atmosfera Natalizia!
    Che bella questa iniziativa!!!
    Scommetto che l'attrazione più grande è stata la tua coperta:)))))
    Bacioni
    Laura

    RispondiElimina
  2. Beh, diciamo che siccome il patchwork qui da noi non è molto conosciuto... c'è stato parecchio interesse per questo genere di manufatti.

    Ho portato persino i WIP e il mio book con gli "esperimenti tessili", tanto per dare un'idea dei lavori che si possono realizzare.

    Sono molto contenta! Sono riuscita ad attirare un pò l'attenzione su alcune tecniche e spero di contribuire a far nascere dei gruppi di lavoro, magari anche all'interno della stessa scuola, dove vi sono già dei laboratori, per esempio quello di cucito dove si realizzano i vari manufatti che si vedono nelle foto.

    grazie Mem!
    bacioni

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    quante cose e che varieta' di lavori!!!! mi piace questo genere di bazar...!!!!
    FAtto bene a portare quel bellissimo rag quilt! ... anche in fiera da me qualcuno timidamente chiedeva informazioni e sai lacosa strana: ?..Spesso le domande piu' interessanti el'attenzione maggiore ce l'avevamo da parte dell'altro sesso!!! Pensa un po'...i mariti che trascinano le mogli ad ammirare i quilt e che ti chiedono cos'e' la quiltatura ,?......
    sono contenta che ti sei divertita e che tu abbia avuto riscontri . E' quella la maggiore soddisfazione!

    buona settimana
    ciao vania

    RispondiElimina
  4. molto simpatica questa iniziativa!
    immagino il grande interesse che devi aver suscitato portando i tuoi bellissimi lavori!! e chissà nel guardare i tuoi esperimenti tessili! li ho ancora stampati nella memoria!
    un bacione
    cathy

    RispondiElimina
  5. Ciao Vania, è capitato anche a me: papà che si avvicinavano a chiedere incuriositi e ascoltavano tutta una serie di curiosità su tante cose: appliquè, imbottitura, trapunto a mano...
    e poi le nonnine entusiaste! davvero simpatiche!

    grazie, felice settimana anche a te.

    Ciao Cathy, è stata una bella esperienza tornare a partecipare al bazar, questa volta con il patchwork, e visto che, come dicevo prima, c'è stato un riscontro molto positivo,
    non escludo che si possa organizzare qualcosa per il futuro.
    Magari così arriveranno anche più stoffe americane nell'unico negozio dove attualmente le trovo! :)

    grazie,
    bacio.

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia questi lavori, il calore dei prodotti , tessuti , lana, legno ecc che vengono utilizzati in queste scuole trasmettono veramente tanta serenità.
    Bello questo post.

    RispondiElimina
  7. Grazie Mammachegiochi!
    Sono d'accordissimo con te: i materiali naturali
    offrono emozioni speciali e l'esperienza di una dimensione più umana!

    Ciao...

    RispondiElimina