21 luglio 2011

Di azzurro mi voglio vestire! - Scamiciato Pile per una bimba

"Il corvo vorrebbe che ogni cosa fosse nera, il gufo, che tutto fosse bianco."
(William Blake)

"The crow wish'd everything was black, the owl that everything was white."
(William Blake)








17 luglio 2011

Locker Hooking -Tutorials con Theresa Pulido



 Questa tecnica si chiama   
LOCKER  HOOK

e deriva dalla più tradizionale arte di tessere tappeti e arazzi...ovvio!
Ma tornando ai giorni nostri, avete presente come si fanno i tappeti intrecciati?
Intendo quelli alla nostra portata, fatti in casa, preferibilmente con fettuccia riciclata,
preparata con avanzi di stoffe.
Beh, mi piacerebbe tanto provare prima o poi!



Tornando alla tecnica della signora Pulido,
qui il tutorial offerto da Craft Passion:

http://www.craftpassion.com/2010/01/locker-hook-tutorial-basic-preparation.html



Un video di Theresa Pulido





qui, sul suo sito potete visionarne altri...
http://www.colorcrazy.com/videos.html


 uno dei suoi libri:
http://www.amazon.com/Hook-Loop-Lock-Create-Projects/dp/160061129X#reader_160061129X



 N.B.
 Per avere una traduzione (per esempio in italiano) dell'audio del video fate così:

cliccate su Play per attivare il video,
poi nella barra inferiore del video apparirà una piccola icona di colore rosso
a forma di rettangolino, con due "c".
Posizionateci sopra il mouse: apparirà una piccola finestra con lo sfondo nero.
Scegliete "Transcribe Audio" e cliccateci, poi mettete ok.
Adesso il video viene sottotitolato in inglese.

Ultimo passaggio:
riposizionatevi sull'icona rossa e questa volta cliccate su "Translate Captions",
apparirà un'altra finestra dove c'è una striscia orizzontale al centro:
cliccate e apparirà l'elenco delle varie lingue,
cercate quella che vi interessa facendo scorrere il pulsante rosso laterale,
cliccate su quella da voi scelta e premete ok.

Tutto ciò si può fare solo a video acceso,
quindi adesso fate ricominciare daccapo il video,
visto che sicuramente durante l'operazione
vi sarete persi la prima parte.

Purtroppo la traduzione è quella che è... ma meglio di niente!



 رؤية جيدة





1 luglio 2011

Trapunta a strisce Multicolore - (Wip II parte)

Trapunta che a me sembra un grande gioco, anche se il tema è serio.


Sì, perché i blocchi sono tutti “uguali”, ma si può combinarli in molteplici composizioni.
Una volta costruiti i quadrati di base, con circa 5 strisce in ognuno, le possibilità di assemblarli sono davvero tante.

Vi ricordate il primo blocco patchwork della mia Trapunta a strisce?
Forse no, ma io pian piano ho continuato a crearne altri, senza nessuna fretta, sempre molto colorati e sempre con le stoffe riciclate.






Non che io volessi di proposito una trapunta con stoffe riciclate, ma piuttosto riciclare le stoffe per farne una trapunta.

Scoprire quali potenzialità si nascondono in tutta quella combinazione di scarti di stoffa, mi diverte un bel po’.


Così, senza preavviso alcuno e senza aver fatto nulla per meritarmi altri wip da aggiungere a quelli già esistenti, mi lascio coinvolgere ancora.






Ci si scorda (o si fà finta di scordare) però, che alcuni pezzi di tessuto sono in misura limitata: prendere o lasciare.
E si procede come se nulla fosse, come se al bisogno ci fosse il negozio pronto a rifornirci in caso di esaurimento scorta.






Può accadere quindi che la ricerca si faccia frenetica tra i mucchi di infiniti colori.
E le prove, per stabilire che il tutto abbia un buon equilibrio, possono diventare alquanto estenuanti.

Forse perché ci piacerebbe poter fare tante trapunte quante sono le idee che sbucano all’improvviso proprio giocando.






Questi due blocchi potrebbero sembrare uguali...ma non lo sono.
Come dicevo poco fà…tra le prove di composizione e la cucitura definitiva possono cambiare tante cose:
blocchi il cui angolo centrale si sposta all'angolo esterno...

blocchi che vanno e altri che tornano...






Insomma, prima di cucire i blocchi tra di loro... c'è un tempo per giocare, girare, accostare.
Niente è scontato, tutto è pensato...






...poggiato, ammirato, magari detestato e accantonato
e poi recuperato, contestato, perdonato e lavorato...

prima o poi completato...
certamente!






La strada è ancora lunga!...  il top è ad appena 1/4 della sua dimensione ideale.
Ci sono colori da armonizzare, chiari e scuri...da alternare...







A volte ho fretta e vorrei che le stoffe si muovessero come le matite, come l'acquarello e persino l'argilla!







E' difficile sopportarne i tempi, tuttavia è raro poter lavorare le stoffe con una certa immediatezza.







Certo, a seconda del tipo di lavoro ci sono le eccezioni...







Ma se è vero che una parte di "creazione" si perde nel momento stesso in cui intercorre
un eccessivo lasso di tempo tra il pensiero e l'azione... dove va a finire quella parte?
Nascerà altrove, rinnovandosi? E' persa per sempre?... o si unisce ad altro per emergere con prepotenza?

Direi tutto insieme.







Questo quilt è stato gentilmente presentato da Mary sul suo sito:

Very Merry Vintage Style Blog Button