Passa ai contenuti principali

Trapunta a strisce Multicolore - (Wip II parte)

Trapunta che a me sembra un grande gioco, anche se il tema è serio.


Sì, perché i blocchi sono tutti “uguali”, ma si può combinarli in molteplici composizioni.
Una volta costruiti i quadrati di base, con circa 5 strisce in ognuno, le possibilità di assemblarli sono davvero tante.

Vi ricordate il primo blocco patchwork della mia Trapunta a strisce?
Forse no, ma io pian piano ho continuato a crearne altri, senza nessuna fretta, sempre molto colorati e sempre con le stoffe riciclate.






Non che io volessi di proposito una trapunta con stoffe riciclate, ma piuttosto riciclare le stoffe per farne una trapunta.

Scoprire quali potenzialità si nascondono in tutta quella combinazione di scarti di stoffa, mi diverte un bel po’.


Così, senza preavviso alcuno e senza aver fatto nulla per meritarmi altri wip da aggiungere a quelli già esistenti, mi lascio coinvolgere ancora.






Ci si scorda (o si fà finta di scordare) però, che alcuni pezzi di tessuto sono in misura limitata: prendere o lasciare.
E si procede come se nulla fosse, come se al bisogno ci fosse il negozio pronto a rifornirci in caso di esaurimento scorta.






Può accadere quindi che la ricerca si faccia frenetica tra i mucchi di infiniti colori.
E le prove, per stabilire che il tutto abbia un buon equilibrio, possono diventare alquanto estenuanti.

Forse perché ci piacerebbe poter fare tante trapunte quante sono le idee che sbucano all’improvviso proprio giocando.






Questi due blocchi potrebbero sembrare uguali...ma non lo sono.
Come dicevo poco fà…tra le prove di composizione e la cucitura definitiva possono cambiare tante cose:
blocchi il cui angolo centrale si sposta all'angolo esterno...

blocchi che vanno e altri che tornano...






Insomma, prima di cucire i blocchi tra di loro... c'è un tempo per giocare, girare, accostare.
Niente è scontato, tutto è pensato...






...poggiato, ammirato, magari detestato e accantonato
e poi recuperato, contestato, perdonato e lavorato...

prima o poi completato...
certamente!






La strada è ancora lunga!...  il top è ad appena 1/4 della sua dimensione ideale.
Ci sono colori da armonizzare, chiari e scuri...da alternare...







A volte ho fretta e vorrei che le stoffe si muovessero come le matite, come l'acquarello e persino l'argilla!







E' difficile sopportarne i tempi, tuttavia è raro poter lavorare le stoffe con una certa immediatezza.







Certo, a seconda del tipo di lavoro ci sono le eccezioni...







Ma se è vero che una parte di "creazione" si perde nel momento stesso in cui intercorre
un eccessivo lasso di tempo tra il pensiero e l'azione... dove va a finire quella parte?
Nascerà altrove, rinnovandosi? E' persa per sempre?... o si unisce ad altro per emergere con prepotenza?

Direi tutto insieme.







Questo quilt è stato gentilmente presentato da Mary sul suo sito:

Very Merry Vintage Style Blog Button







Commenti

  1. Che brava che sei, io ci provo oe ci riprovo ma la precisione non fa per me! :-)

    RispondiElimina
  2. La precisione è qualcosa di effimero... a volte c'è, non sempre.
    Ma mai deve interferire.
    Se una cosa la vogliamo, la precisione non c'entra.
    In questo caso "...tu devi nascere e non saranno le dritte cuciture a farmi vedere i tuoi colori, e ancora: non quelle faranno di te una meraviglia, ma il fatto che io voglio che tu ci sia!"

    Che sia una coperta, o altro desiderino le nostre mani!

    Ti ringrazio molto per la tua visita e i complimenti!
    A presto...
    :)

    RispondiElimina
  3. Pensare, accostare, riguardare, cambiare, aggiungere o togliere, ruotare e spostare...
    Oh! Che magnifico gioco!!

    RispondiElimina
  4. adorabile , divertente molto molto mio genere, da forza, vita ,gioia....complimenti ciao Ale

    RispondiElimina
  5. Mi piace perdermi tra i pezzeti colorati e quando li guardo non penso allo studio, al lavoro che c'è dietro ma resto incantata...
    Buona continuazione!
    Silvia

    RispondiElimina
  6. Poesia.
    Ecco a cosa penso quando vengo da te e leggo le tue parole.
    Continua così perchè è molto bello ciò che fai .
    Bacio e notte,Monica

    RispondiElimina
  7. Bellissimo questo lavoro, lo trovo molto rilassante, un po' come tutti i lavori che tu fai che emanano calma e serenita'.Brava ciao e buona domenica.
    ps, siccome blogger stamattina fa di nuovo le bizze e non mi fa lasciare il commento, mi metto come anonima ma sono Gilda di
    http://patchworkpensieriefantasie.blogspot.com
    ciaooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  8. Ogni cosa succede come ho detto e,
    sapere che a voi piace leggerne il racconto,
    sentire che queste mie “esplorazioni” della materia vi portano gioia, incanto, serenità…
    è come conversare con voi nel momento stesso in cui i colori si mostrano gloriosi.
    Oltrepassano propositi e, senza esitare, si conducono tra loro e si divorano…
    addensandosi in gruppi, strappandosi arti e affondando di nuovo…
    mentre le mie mani guardano in attesa e gli occhi non hanno spazio per vedere niente di più,
    poiché non c’è altro.

    Mi piace pensarlo.

    Poi, passeggiando davanti a noi è tutto finito.
    Sono convinta di tutto ciò, qualunque cosa porti con sé.

    Ringrazio ognuna di voi, care ragazze!
    Tanti baci e felice giorno!

    RispondiElimina
  9. Ho pensato alla stessa cosa di Monica: POESIA.
    Poesia nelle tue parole, nello scegliere, cambiare, girare pezzi di arcobaleno per poi trovarsi tra le mani un'ode alla bellezza.
    Un tuffo in un mondo incantato dove nulla è grigio, freddo, tetro e pauroso...solo caldi e mutevoli giochi di colore che ti scaldano nel profondo. Questa sei tu Loryan.
    ♥♥♥

    RispondiElimina
  10. Mem, è bello sentire le tue parole...
    Il mondo colorato che tu vedi in me.
    Cercherò di non perderlo mai.

    :)

    RispondiElimina
  11. Bella! Anche io ho sperimentato questo blocco per un tappetino... rende! Mi è venuta voglia di farlo con strisce regolari e bicolore...
    Grazie per i tuoi ultimi commenti! :) Che cos'è la manna da cielo?

    RispondiElimina
  12. Sì, ricordo che avevi fatto questo blocco qualche tempo fà.
    Anch'io penso di variarlo ancora per provare altre possibili composizioni.

    Grazie per essere passata!


    La Manna pura di Castelbuono...
    la rugiada celeste, miele di rugiada...
    sudore delle Stelle...
    pietra di cristallo, coriandolo bianco,
    pane degli angeli...

    e la linfa del Frassino!!

    http://www.ilfrassino.it/Italy/storia.html
    http://www.ilfrassino.it/Italy/multimedia.html

    RispondiElimina
  13. Such a beautiful quilt! Thanks so much for linking up to Share the Love Wednesday... you're featured this week! Hope you'll be back again--
    Mary

    RispondiElimina
  14. Sono contenta che ti piaccia!
    Grazie a te, per ogni cosa.
    Spero di essere presto da te, al party del
    mercoledì. Mi piace tantissimo!!
    Ciao, Mary.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Coniglietto di Panno - Tutorial

Coniglietto di pannoTutorial
Loryan Corona
Manuale di Cucito Creativo Aprile 2009 – Nuova Edizione 2011


Clicca qui sotto, per guardare o scaricare il tutorial in PDF!
Coniglietto di Panno by LoryanCorona on Scribd

Un coniglietto di stoffa facile da realizzare con questo tutorial gratuito da scaricare e stampare.


Tempo di realizzazione: massimo 1ora e trenta minuti

Adatto a bambini dai tre anni in su.

Questo coniglietto può essere facilmente realizzato in pannolenci di buona qualità, oppure in feltro non troppo spesso, o in pile e stoffe simili, non rigide e leggermente elastiche.

Materiale occorrente:

- Stoffa di panno o similare, nel colore preferito: bianco, marrone, grigio, etc.

- Stoffa di panno (o similare) nel colore rosa-carne per le orecchie.

- Filo in tinta con il panno

- Un pezzo di imbottitura ecologica per imbottire il coniglietto.

- Una “ciocca” di pura lana a fibre intere, per la coda.

- Un paio di “perline” colore rosso-arancio per gli occhi.

- Modello del coniglietto di…

Manuale Tessuti (Conoscere le fibre e i trattamenti)

Ecco un pratico manuale, utile per conoscere le caratteristiche dei diversi tessuti.
Con una descrizione dei simboli, presenti sulle etichette, che riguardano i trattamenti dei capi tessili, sia d'abbigliamento che d'arredamento.
È presente anche una tabella dove sono elencate le abbreviazioni dei nomi dei tessuti.

Potete scaricarlo, cliccando su "Scribd" (sulla barra inferiore del documento, a sinistra), ed anche stamparlo se preferite.
Manuale Tessuti


http://it.wikipedia.org/wiki/Tessuto


Palla di Stoffa con Sonaglio - Tutorial

Palla di Stoffa con Sonaglio




materiali:
- felpa (vari colori)- imbottitura sintetica- un piccolo ovetto di plastica morbida (del tipo di quelli che contengono le sorpresine all’interno delle uova di cioccolata)- piccole biglie, o pietre, o piombini, da inserire all’interno dell’ovetto di plastica- scotch da imballaggio per sigillare bene l’ovetto che costituirà il sonaglio


esecuzione:
Preparare il sonaglio da inserire al centro della palla.Personalmente utilizzo i piombini: ne metto circa 5 all’interno.Applicate lo scotch lungo la linea di chiusura dell’ovetto, in modo che i lavaggi in lavatrice della palla di stoffa non compromettano il funzionamento del sonaglio… facendo entrare dell’acqua!
Fotocopiare il modello dell’ellisse.Potete riportarlo su cartoncino: è più comodo poi da appoggiare sulle stoffe pesanti come la felpa, la ciniglia, ecc. …per disegnarne il motivo.Ritagliate: servono n. 6 forme ellittiche di stoffa.
Cucire fra loro le 6 forme.Per rendere la palla più resistente potete …